LA REGIONE AMA ROMA?
FUORI I SOLDI PER LA METRO C

IL COMITATO METROXROMA CHIEDE CHE
IL PRESIDENTE POLVERINI MANTENGA GLI IMPEGNI
PER LA TERZA LINEA DELLA CAPITALE

La notizia della mancata erogazione delle risorse regionali per il lavori della metro C di Roma non rappresenta un fulmine a ciel sereno, i ritardi dell’attuale amministrazione non sono una svista dell’ultimo momento. La Regione si è infatti impegnata, ormai, oltre dieci anni fa a finanziare il 12% della terza linea della Capitale. Ed il presidente Polverini in campagna elettorale ha promesso di non lasciare solo il Comune nel finanziamento di questa opera strategica. Eppure oggi all’appello mancano circa 135 milioni per la tratta Pantano-San Giovanni ed 80 per San Giovanni-Colosseo, i cui lavori si sarebbero potuti già aprire ma che inizieranno, Regione permettendo, a dicembre 2011.
Cogliamo favorevolmente quanto annunciato dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, sulle garanzie date dal presidente Polverini circa lo sblocco dei fondi. Ma le parole non ci bastano, servono i fatti. I cittadini di Roma vogliono la metro C e non tollerano ulteriori ritardi. Conosciamo i problemi finanziari ereditati dall’attuale amministrazione regionale. Ma oltre alla sanità esiste anche il settore della mobilità. Se, dunque, il presidente ­Polverini ama Roma, come il comitato METROXROMA crede, mantenga gli impegni e sblocchi i fondi promessi a breve, prima del prossimo bilancio di dicembre.